Podere Il Montaleo

Per Informazioni e Prenotazioni: +39 0586 1710405


Nel 1846 Il mio avo Antonio Morelli così descrisse a suo figlio l’acquisto del podere. “…Ho acquistato per 100 scudi da pagarsi dopo un anno n. 4 saccate in Montaleo. Questo può considerarsi l’eden di Casale” 

2009 - Cesare Diddi Mussi a 19 anni, terminati gli studi superiori, si trasferisce nella residenza di campagna della famiglia, specializzandosi nella produzione di olio extravergine di oliva. Dalle quattro saccate originarie, oggi gli ettari sono 30. Gli olivi presenti in azienda sono le classiche cultivar toscane, come: il Moraiolo, Leccino, leccio del corno, Maurino, Frantoio Pendolino e Lazzero, dalle quali si ricavano due olii, ovvero, il classico blend di tutte le cultivar presenti in azienda, dal gusto fresco ed equilibrato che ricorda gradevoli sensazioni di carciofo e foglia di pomodoro, ed un monocultivar di Lazzero, ottenuto unicamente dalle olive della cultivar Lazzero, endemica di Casale Marittimo. Ha un sapore decisamente più intenso rispetto all’altro, infatti è classificato negli olii medio intensi. È un olio molto particolare perché il Lazzero è una pianta molto delicata e le olive che produce sono altrettanto delicate, in quanto più attaccate dalla mosca dell’olivo. La loro raccolta viene anticipata rispetto alle altre varietà. Conseguentemente, con le olive non arrivate a maturazione completa, si riduce molto la resa ma si guadagna in gusto e profumi, i quali ricordano spiccati sentori di frutto appena invaiato ed erba fresca, mentre al palato si sentono spiccati sentori erbacei, note di carciofo ed erbe aromatiche.

La raccolta delle olive avviene in maniera meccanica con mezzi all’avanguardia. Le olive vengono frante alla fine di ogni giornata di raccolta, cosicché non vengano alterate le proprietà chimiche ed organolettiche dell’olio che verrà. Successivamente alla frangitura l’olio viene filtrato entro una settimana, affinché si eliminino le impurità che potrebbero alterarne sapori, profumi e velocizzare l’invecchiamento. 

Entro la fine dell’anno 2018 verrà costruita una struttura dove sarà collocato un frantoio, una linea di imbottigliamento, infine la creazione di locali dove si possano fare degustazioni. L’idea è quella di rendere partecipe chiunque venga a farci visita, a tutti i processi necessari per la produzione dell’olio. Ovvero dalla raccolta delle olive nel campo, alla frangitura, all’imbottigliamento passando per il filtraggio del prodotto.

Meteo Riparbella